È morto Luigi Boscolo

Luigi Boscolo

Il Centro Milanese di Terapia della Famiglia annuncia con grande tristezza la scomparsa del professor Luigi Boscolo avvenuta ieri, 12 gennaio 2015. Le esequie verranno celebrate in forma strettamente privata.

Lunedì 12 gennaio ci ha lasciati il Maestro Luigi Boscolo.
Con l’amico e collega di sempre Gianfranco Cecchin, dopo il sodalizio con Mara Selvini Palazzoli e Giuliana Prata, aveva animato la svolta della terapia sistemica milanese che negli anni Ottanta avrebbe esercitato una grande influenza sui clinici di tutto il mondo. Con lui e Cecchin il Milan Approach aprì un dialogo fecondo con l’epistemologia costruttivista e conobbe un’evoluzione straordinariamente produttiva che modificò profondamente il modo in cui i terapeuti pensavano al loro lavoro.
È stato un terapeuta creativo e un maestro autorevole. La sua naturale sensibilità per le storie rendeva la sua arte terapeutica squisitamente narrativa.
Appassionato alle storie delle famiglie, ci ha lasciato un grande stimolo a pensare ai terapeuti stessi come portatori di storie ed esperienze che, stratificate, fanno di ciascun clinico uno osservatore unico e speciale.
Sappiamo di perdere un maestro insostituibile, ma ci consola la certezza che il suo pensiero continuerà a produrre stimoli e spunti per molto tempo ancora. Il Centro Milanese oggi sente la responsabilità e l’orgoglio di rendere ancora fertile quel pensiero.